Per la sicurezza di neonati e bambini, per controllare la nanna e i giochi, ecco quali sono i migliori baby monitor da acquistare e quale scegliere in base alle tue esigenze.

 

I baby monitor di ultima generazione offrono il pieno controllo della stanza dei bambini per dare ai genitori più libertà e sicurezza.

La funzione principale del baby monitor è sempre stata quella di trasmettere il pianto del bambino a distanza, quando la cameretta è lontana dalla camera da letto dei genitori o da altre stanze. In questo modo mamma e papà possono rilassarsi a cena, guardare un film o dormire tranquilli.

Oggi i baby monitor più evoluti offrono diverse possibilità di monitoraggio audio e video, per poter controllare tutto quello che succede in cameretta. Infatti, sono utilissimi non solo per segnalare il pianto dei neonati in culla senza disturbarli, ma per seguire anche i movimenti dei bambini più grandi fino a 5-6 anni e oltre.

I baby monitor migliori sono inoltre dotati di connessione internet e ci consentono il controllo da remoto anche quando non siamo in casa o quando i bambini sono coi nonni o la baby sitter. In questo modo possiamo comunque verificare la situazione mentre siamo a lavoro o usciamo per qualche ora.

 

I migliori baby monitor da acquistare

Di seguito la selezione dei migliori baby monitor da acquistare con le rispettive caratteristiche, in una fascia di prezzo da 25 a 200 euro.


#1

Availand Follow Baby

Availand Follow Baby

Prezzo 199,00 €

Il miglior baby monitor 2020
  • Baby monitor video con Tecnologia Auto-Follow
  • Telecamera motorizzata a 360°
  • Zoom digitale
  • Schermo LCD da 3.5 pollici wireless con immagini nitide di alta qualità
  • Comunicazione bidirezionale per parlare al bambino
  • Con visione notturna
  • Include 3 Ninne Nanne attivabili da remoto
  • Batteria al litio con 7 ore di autonomia
  • Volume regolabile
  • Raggio di azione 300 metri
  • Puoi collegare fino a 4 telecamere
  • Monitoraggio della temperatura
  • Avviso sonoro poppate

 

L’Availand Follow Baby è a nostro avviso il miglior baby monitor 2020, un modello di ultima generazione e ricco di funzioni. La telecamera motorizzata segue i movimenti del bambino con una rotazione orizzontale a 360°, è dotata di visione notturna a infrarossi e lo zoom digitale.  In più, è possibile configurare fino a 4 videocamere per controllare più stanze della casa. Lo schermo da 3,5″ offre una visione nitida delle immagini ed è dotato di staffa per stare in piedi da solo. Dall’unità genitore è infine possibile parlare con il bambino per tranquillizzarlo.


#2

Motorola MBP 50

Motorola MBP 50

Prezzo 199,99 €

  • Baby monitor video e audio
  • Segnale in 2.4 GHz sicuro contro le interferenze
  • Raggio di azione fino a 300 metri in spazio aperto
  • Schermo HD da 5”
  • Funzioni ad attivazione vocale
  • Telecamera orientabile da remoto con zoom digitale
  • Visione notturna a raggi infrarossi
  • Rilevamento della temperatura ambientale
  • Comunicazione bidirezionale
  • Include ninne nanne
  • Volume regolabile


#3

Arlo Baby

Arlo Baby

Prezzo 159,99 €

Il miglior baby monitor wifi
  • Compatibile con Alexa, Google Home, Apple HomeKit
  • Display Full HD
  • Videocamera con zoom digitale 8x con angolazione fino a 130°
  • Comunicazione a 2 vie
  • Visione notturna fino a 5 metri
  • Luci multicolore per rilassare il bambino
  • Sensori di movimento
  • Smart Music Player con ninna nanna, rumore bianco o il suono della tua voce
  • Sensori per temperatura, umidità dell’aria d’aria e livello di COV
  • Baby Crying Alert distingue il pianto del bambino dagli altri suoni
  • Kit personalizzazione coniglietto, cane o gatto

 

Arlo Baby è un baby monitor wifi Compatibile con Alexa, Google Home, Apple HomeKit che può essere integrato nel vostro sistema domotico. L’ unità genitore è il vostro smartphone o altri dispositivi mobili e la telecamera ha una rotazione di 130°, che offre una visione notturna fino a 5 metri grazie agli infrarossi.

Dotato di Smart music player può intrattenere il vostro bambino con musica, ninna nanna o la registrazione della vostra voce. È sensibile a tutti i suoni della stanza, ma è dotato di un allarme per il pianto del bambino. La comunicazione a due vie vi consente di parlare al bimbo e consolarlo con la vostra voce.

La telecamera può essere camuffata con simpatiche orecchie da cane, gatto o coniglio a seconda dei modelli e assumere così la forma di un simpatico animaletto. Questo stratagemma aiuta il bambino a comunicare quando sentirà la vostra voce che proviene dal dispositivo.


#4

Motorola Comfort C35

Motorola Comfort C35

Prezzo 99,99 €

  • Baby monitor audio video
  • 2.4 ghz per connessione privata e senza interferenze
  • Portata segnale fino a 300 metri in spazio aperto
  • Schermo ha da 2.8” per controllare il bambino in qualsiasi stanza
  • Telecamera con zoom regolabile da remoto
  • Visione notturna a infrarossi
  • Sensore di temperatura per monitorare la stanza del bambino
  • Unità bambino con microfono e altoparlante per comunicazione a due vie


#5

Motorola Peekaboo

Motorola Peekaboo

Prezzo 99,37 €

  • Baby monitor con videocamera wi-fi per bambini
  • Compatibile con Amazon Alexa e Google assistant
  • Immagini in full HD 1080p, filtro true color e visione notturna
  • Zoom digitale e rotazione telecamera 360° controllabili da remoto
  • Rilevamento della temperatura ambiente
  • Comunicazione a due vie
  • Archivio locale con microSD fino a 32GB e in cloud


#6

Philips Avent Salute e Controllo SCD501/00

Philips Avent Salute e Controllo SCD501/00

Prezzo 94,99 €

  • Baby monitor con Tecnologia DECT
  • Audio nitido e trasmissioni senza interferenze
  • Ricevitore con spie per livello audio
  • Spia di sicurezza per un collegamento costante e privato al 100%
  • Portata segnale fino a 50 metri all’interno e fino a 300 metri all’esterno
  • Luce notturna rilassante per calmare il bambino e favorire il sonno
  • Modalità Smart ECO per risparmio energetico automatico
  • Alimentazione pile AA


#7

Victure Video Baby Monitor BM32

Victure Video Baby Monitor BM32

Prezzo 79,99 €

  • Baby monitor con videocamera
  • Visione notturna a infrarossi
  • Monitoraggio della temperatura ambiente
  • Comunicazione a due vie
  • Display LCD TFT da 3, 2″ alta qualità
  • Trasmissione wi-fi 2.4GHz stabile e privata
  • Rotazione telecamera manuale a 360°
  • Lo schermo disattivato risparmia batteria e si illumina al suono del pianto
  • Allarme sveglia per le poppate


#8

Motorola MBP16

Motorola MBP16

Prezzo 69,99 €

  • Baby monitor con Tecnologia Dect senza interferenze
  • Modalità Eco
  • Display LCD da 1.5″
  • Portata del segnale fino a 300 metri
  • Microfono ad alta sensibilità per rilevare ogni rumore
  • Spia per il livello sonoro
  • Rilevamento della temperature ambiente
  • Comunicazione a due vie
  • Luce notturna e ninne nanne per calmare il bambino
  • L’unità genitore ha un aggancio per la cintura


#9

Victure Baby Monitor WiFi

Victure Baby Monitor WiFi

Prezzo 19,99 €

  • Baby monitor audio video
  • Video camera FHD 1920 × 1080 con rotazione a 120°
  • Sensore di movimento con notifiche al cellulare
  • Archiviazione con scheda SD fino a 64 GB o in cloud
  • Comunicazione bidirezionale con altoparlante da 48 dB
  • Visione notturna a infrarossi
  • Può anche essere montato a parete o al soffitto

#10

Chicco Always with You Audio Monitor

Chicco Always with You Audio Monitor

Prezzo 36,78 €

  • Baby monitor con Tecnologia DECT
  • Elimina le interferenze di altri dispositivi
  • Portata del segnale fino a 300 metri in campo aperto
  • Spia luminosa per l’intensità dei rumori
  • 10 livelli di volume per sentire anche i suoni più lievi
  • Alimentazione 2 pile AA
  • Unità leggerissime, peso inferiore a 100 g
  • Base di supporto per l’unità genitore

 

Il miglior baby monitor economico è Chicco Always with You Audio Monitor. Le unità genitore e bambino sono semplici e leggerissime con un design arrotondato ed elegante. Si tratta di un baby monitor semplice ed essenziale per la trasmissione audio, molto facile da usare.

L’unità bambino ha un solo tasto di accensione e spegnimento, mentre l’unità genitore ha il tasto on-off e i tasti per la regolazione del volume. In più ha una spia luminosa per segnalare l’intensità del pianto del bambino. La tecnologia DECT evita interferenze di altri apparecchi nella casa e assicura la privacy.


Come scegliere un baby monitor: tipologie e caratteristiche

Per scegliere quale baby monitor acquistare queste sono le caratteristiche più importanti da considerare prima di procedere all’acquisto.

 

Tipologia di baby monitor

Prima di tutto distinguiamo i vari tipi di baby monitor in base ai canali di comunicazione audio e video disponibili. La scelta di uno o l’altro dipende da quanto vogliamo controllare il bambino.

Se siamo nella stanza accanto probabilmente potrebbe bastarci solo l’audio perché è più facile andare a controllare di persona di tanto in tanto. Se siamo al piano di sotto mentre il bimbo dorme, un baby monitor con telecamera può essere la scelta migliore per evitare di andare a controllare inutilmente a ogni rumore.

La scelta però dipende anche dal budget, in quanto più il dispositivo è sofisticato, maggiore è la spesa che dobbiamo affrontare.

 

Baby monitor audio

È un baby monitor classico, un modello base che trasmette i suoni provenienti dalla stanza del bambino. Si tratta di un semplice ricevitore e una trasmittente da sistemare vicino alla culla ed è tuttora il metodo più semplice ed efficace. Di solito si possono regolare i livelli di volume.

 

Baby monitor video

Il baby monitor con telecamera riprende il bambino e ci trasmette l’immagine a video. Può essere dotato di diverse funzioni come la visione infrarossi notturna o il sensore di movimento che attiva la telecamera solo se il bambino si muove.

 

Baby monitor audio e video

Il baby monitor audio-video è attualmente il dispositivo più completo per controllare la camera dei bambini. Può essere un dispositivo semplice che riprende suoni e immagini per tutto il tempo che rimane in funzione, oppure può attivare le riprese video in base ai suoni o a nostro comando. Può avere sistemi di registrazione oppure fungere esclusivamente da monitoraggio in tempo reale.

 

Baby monitor bidirezionale

Il baby monitor bidirezionale funziona con un canale a due vie. La maggior parte dei modelli è dotato di una trasmittente e di un ricevente, per cui il genitore può sentire il bambino e non viceversa.

Scegliendo un baby-monitor a due vie possiamo comunicare a distanza con il bambino per tranquillizzarlo. È una funzione molto utile soprattutto quando non siamo in casa e il bambino è affidato alle cure di altre persone. Nel sentire la voce di mamma e papà, il bambino potrà essere tranquillizzato nei momenti di pianto.

 

Numero e tipologia di unità

La maggior parte dei baby monitor si compone di un trasmettitore e un ricevitore. Ma esistono in commercio prodotti dotati di due o più ricevitori. Questo sistema è utile in una casa molto grande nella quale posizionare un ricevitore fisso, ad esempio in camera da letto e un altro da portare con sé quando ci si sposta in altre camere o in giardino.

Allo stesso modo possiamo avere invece baby-monitor collegabili a più trasmettitori o telecamere per poterli sistemare in diverse stanze. Ottima soluzione per monitorare più bambini allo stesso tempo o per evitare di spostare il trasmettitore se il bimbo è abituato al riposino pomeridiano in una stanza diversa dalla sua cameretta.

Infine possiamo acquistare baby monitor smart costituiti esclusivamente da una videocamera collegabile allo smartphone o al tablet, per sostituire completamente l’unità genitore.

 

Videocamera

La videocamera da posizionare in cameretta può essere di diverse tipologie. Ci sono videocamere fisse per le quali è necessario scegliere con cura l’angolazione e la distanza in modo da riprendere la culla del bambino. Altre telecamere invece possono essere ruotate manualmente per un angolazione tra i 90 e i 360°.

I migliori baby-monitor sono dotati di videocamera con rotazione a 360° e sono controllabili da remoto, significa che possiamo tenere d’occhio tutta la stanza del bambino in qualunque momento. Se poi sono dotate anche di sensore di movimento, alcune videocamere possono ruotare per seguire i movimenti del bambino.

Anche in presenza di zoom, questo può essere fissato in precedenza oppure essere controllato da remoto a seconda dei modelli.

 

Display

I baby-monitor con display offrono diverse possibilità. I display più semplici, grandi poco più di 1”, ci indicano semplicemente il livello di batteria, il livello di volume e talvolta la temperatura ambiente.

Ma i display più interessanti sono quelli legati alla videocamera e che ci permettono di vedere le immagini del nostro bimbo. Possiamo avere display fino a 5 – 6 “ molto simili a smartphone che ci consentono di controllare il bambino senza dover prendere in mano il ricevitore.

Anche la qualità di immagine è diversa a seconda dei modelli, tanto che possiamo scegliere uno schermo in Full HD.

 

Trasmettitore audio

Il trasmettitore audio, che sia un unità apposita o integrato nella videocamera, può garantire diversi livelli di efficienza. Tra i più semplici abbiamo quelli dotati di volume regolabile. Alzando il volume potremo sentire tutti i rumori oltre al pianto del bambino.

Tuttavia i rumori potrebbero disturbarci se ci sono fruscii e altri suoni fastidiosi che in realtà non ci dicono nulla sull’attività del bambino. I trasmettitori di alta qualità riescono invece a rilevare i suoni in maniera più nitida e a ridurre i rumori di fondo restituendo un audio pulito.

 

Infrarossi o luce notturna

Per osservare il bambino durante la notte, sono utilissime le funzioni di luce notturna. Il baby monitor può essere dotato di LED che proiettano una luce soffusa nella stanza, in questo modo chi guarda il monitor può controllare tranquillamente il lettino mentre il bambino potrà avere una luce di sicurezza.

Il led è ottimo per i bambini che hanno paura del buio e sostituisce altre luci che potrebbero dare fastidio. Se invece abbiamo un neonato o comunque un bambino che non richiede di dormire con la luce accesa, meglio mantenere la stanza completamente al buio per favorire il sonno. In questo caso un baby-monitor a infrarossi è un’ottima scelta per non disturbare il bambino.

 

Sensori di movimento

I sensori di movimento possono adempiere a diverse funzioni. Una di queste è semplicemente segnalare che il bambino si sta muovendo, per esempio se cerca di uscire dalla culla o dalla stanza. Il sensore di movimento può attivare così la telecamera o mandare un segnale acustico. Nei baby-monitor con telecamera motorizzata, questa seguirà i movimenti del bambino per la stanza senza perderlo di vista.

 

Sensori del respiro

I sensori del respiro si attivano quando il bambino non respira per un determinato intervallo di tempo, di solito un massimo di 15 secondi. Le apnee notturne nei neonati sono normali perché il loro esofago non è del tutto sviluppato.

Tuttavia, se queste apnee sono troppo lunghe o frequenti, potrebbe esserci un disturbo da risolvere. Così il sensore di respiro, oltre a tranquillizzare i genitori, potrebbe offrire un ottimo monitoraggio nei primi mesi di vita del neonato per verificare insieme al pediatra eventuali disturbi.

 

Sensori di temperatura

Per rendere il sonno del bambino ancora più confortevole possiamo scegliere un baby-monitor con sensori di temperatura. Con un apposito segnale o con notifica in apposita app se siamo collegati da smartphone, il dispositivo ci avverte che la temperatura è salita o scesa oltre una certa soglia.

La temperatura ideale per la camera di un neonato dovrebbe essere tra i 20° C e i 22°C , i bambini infatti soffrono il caldo e molte crisi di pianto nel cuore della notte sono dovute proprio ad una stanza surriscaldata! Allo stesso modo si può rilevare la percentuale di umidità che dovrebbe attestarsi intorno al 50% per favorire una respirazione regolare.

 

Luci e musica

Per calmare e intrattenere il bambino potete scegliere un baby monitor con luci e musica. Le luci colorate proiettate al soffitto o alla parete creano un’atmosfera rilassante che aiuta il bambino a dormire o a non piangere quando si sveglia nel cuore della notte.

Possiamo trovare diversi temi, dalle stelline agli animali a semplici fasci di luce colorata. In più, ci sono baby monitor che suonano la ninna nanna e altri brani di musica dolce per calmare il bambino.

 

Numeri di emergenza

Alcuni baby monitor danno la possibilità di memorizzare numeri di telefono da chiamare in caso di emergenza. Questa funzione è utile quando il bambino viene affidato alle cure di una baby sitter, ai nonni o ad altre persone. In questo modo possono rintracciare più facilmente tra numeri di cellulare, numero dell’ufficio o di qualunque altro recapito telefonico vogliamo memorizzare.

 

Alimentazione

I baby monitor sono dispositivi portatili che devono garantire la massima autonomia e trasportabilità. Per questo si alimentano sempre a pile o batterie. Possiamo acquistare modelli alimentati con le normali pile stilo usa e getta o ricaricabili, oppure scegliere modelli più sofisticati alimentati con batteria a litio o NiMH.

Questi ultimi si ricaricano tramite apposito alimentatore oppure via USB collegati ad altri dispositivi. Per offrire una maggiore autonomia, i migliori baby-monitor sono dotati di base di ricarica, in questo modo si evita di ritrovarsi con le batterie scariche.

L’autonomia delle batterie può essere risparmiata in presenza di sensori che attivano il baby monitor solo quando il bambino si muove o piange.

 

Potenza del segnale

Tra le caratteristiche da considerare prima di acquistare il baby monitor bisogna tenere presente la potenza e la portata del segnale. I migliori modelli offrono una copertura fino a 300 metri. Questo parametro è sempre da intendersi in campo aperto e privo di ostacoli.

Naturalmente a casa non è così perché dobbiamo fare i conti con le pareti o i soffitti se usiamo il baby monitor da un piano all’altro.

Nei modelli economici la copertura del segnale effettiva dentro casa potrebbe rientrare in un raggio di 15-20 metri, mentre nei modelli top di gamma potrebbe arrivare ad un centinaio di metri.

In generale i baby-monitor dotati di trasmissione audio-video sono i più sofisticati e offrono una copertura maggiore.

Per assicurare una copertura efficiente bisogna fare in modo che il baby monitor non venga disturbato da interferenze radio, TV e altri dispositivi elettronici in casa. Se la casa è particolarmente grande, oppure è dotata di pareti molto spesse, tipiche degli stabili d’epoca, il modo migliore per essere sicuri che il baby monitor funzioni è fare delle prove tra la stanza del bambino e le altre zone della casa per testare la copertura effettiva.

 

Connettività

I baby monitor più recenti sono dotati di connessione bluetooth o wi-fi. In questo caso i nostri smartphone e tablet possono fungere da ricevitori. Tramite apposite app possiamo controllare il bambino quando siamo a casa e soprattutto quando siamo fuori casa e se il baby monitor è bidirezionale possiamo interagire con lui. In questo caso la potenza del segnale dipenderà dal nostro router e dalla connessione internet.

I migliori baby monitor wifi funzionano su particolari frequenze a 1,9 Ghz oppure su 2.4 Ghz con tecnologia DECT, per evitare interferenze e intercettazioni da altri dispositivi.

Se avete già dispositivi di gestione smart della casa, potete scegliere un baby-monitor compatibile con Alexa, Google Home, Apple HomeKit e integrarlo nella rete domotica.

 

Spazio di archiviazione

I migliori baby monitor sono dotati di memoria di archiviazione tramite SD card o cloud. Se vogliamo possiamo registrare audio e video per rivedere le sequenze successivamente. Questa funzione è utile per monitorare meglio il sonno del bambino, magari per capire come mai si sveglia sempre alla stessa ora, se nella stanza c’è qualcosa che lo disturba, come ad esempio rumori o luci provenienti dall’esterno che noi ignoriamo. Naturalmente tutte le registrazioni di questo tipo sono anche dei bellissimi ricordi del bambino!

Di solito le SD card vanno acquistate a parte mentre il servizio cloud potrebbe avere dei costi aggiuntivi tramite abbonamento a seconda dei casi.

 

Materiali

I baby monitor sono quasi sempre costruiti in plastica resistente atossica. I modelli più sofisticati hanno dei dettagli in legno per chi vuole un prodotto elegante che stia bene anche con l’arredamento e magari sia abbinato alla culla.

Anche se non sono progettati per essere dati in mano al bambino, la loro presenza in cameretta obbliga i produttori dei baby monitor a scegliere materiali di ottima qualità. Inoltre, bambini di 2 -3 anni e oltre, provano particolare piacere ad afferrare e lanciare oggetti per cui è sempre meglio poter contare su un baby monitor robusto e infrangibile!

Noteremo che la maggior parte dei modelli presentano un design arrotondato soprattutto per quanto riguarda il trasmettitore da tenere in camera.

 

Utilizzi diversi

Con tutte le sue funzioni, il baby monitor non è utile solo a controllare i bambini, ma ci aiuta a prenderci cura di persone anziane o con ridotta mobilità che potrebbero aver bisogno di aiuto durante la notte. Inoltre, ci consente di tenere sotto controllo gli animali domestici per evitare che si mettano in pericolo oppure che soffrono di ansia da separazione quando siamo lontani da casa per molte ore.


Ti è stata utile questa selezione? Votala per aiutarci a migliorarla

[Totale voti: 10 Media: 3.9]

Potrebbero interessarti anche: