Per velocizzare i tempi di asciugatura dei capi rendendoli morbidi e soffici, scopriamo in questa guida all’acquisto quali sono le migliori asciugatrici delle marche più affidabili e come scegliere in base alle proprie esigenze.

 

L’asciugatrice è un elettrodomestico di grande utilità, con il quale è possibile diminuire considerevolmente i tempi di asciugatura di vestiti e biancheria, ed evitare di stendere i panni.

L’umidità generata dai panni bagnati infatti è un fattore estremamente nocivo per l’aria e può anche causare la comparsa di spore e muffe sui muri e sulle pareti di casa.

L’asciugatrice si distingue dalla lavasciuga in quanto svolge la sola funzione di asciugatura; è possibile installarla, inoltre, sopra la lavatrice che già si possiede per ottimizzare gli spazi.

Grazie all’asciugatrice è possibile evitare la fase di stiratura per alcuni capi, un aspetto decisamente molto utile quando non si ha molto tempo.

Ad oggi la continua ricerca ed evoluzione tecnologica assicura consumi ridotti ed evita che l’introduzione di questo elettrodomestico in casa produca bollette eccessivamente salate.

 

Le migliori asciugatrici da acquistare

La Bosch Serie 8 WTW855R9IT è a nostro avviso una delle migliori asciugatrici a pompa di calore, con una capacità di carico di 9kg, classe energetica A++, prestazioni elevate a costi ridotti. Il modello è dotato di un grande display per selezionare le funzioni e tenere sotto controllo il progredire del ciclo di asciugatura.

La Electrolux RDH 3687 GFE è tra i migliori modelli a pompa di calore di fascia media, un’asciugatrice da 8kg in classe energetica A+. Questa Electrolux è inoltre dotata della tecnologia OptiSense, che adegua automaticamente i consumi in base al carico e di un pratico sistema EcoFlow System che assicura un flusso d’aria efficiente, facilitando la pulizia del filtro e minimizzando i consumi energetici.

La Samsung DV80M50101W è la migliore per rapporto qualità prezzo, un’asciugatrice a pompa di calore in classe energetica A+ con capacità massima di 8 kg, 16 diversi programmi tra cui lo “stiro facile” e uno anti allergia e sistema Easy Case che permette di svuotare facilmente l’elettrodomestico e di riutilizzare l’acqua anche per le piante.

La Candy CS C9LF-S è la migliore asciugatrice economica per chi cerca un buon modello senza spendere troppo, ha una capacità di carico fino a 9 kg, è dotata di tecnologia a condensa e con un’emissione acustica di 68dB. Questa asciugatrice è a libera installazione e appartiene alla classe energetica B con un consumo annuo di 617 kWh.

Di seguito le migliori asciugatrici selezionate per rapporto qualità prezzo con relativi prezzi e caratteristiche tecniche.


#1

Bosch Serie 8 WTW855R9IT

Bosch Serie 8 WTW855R9IT

Prezzo --

La migliore asciugatrice a pompa di calore
  • Asciugatrice a pompa di calore
  • Capacità di carico 9 kg
  • Classe di efficienza energetica A++
  • Condensatore autopulente
  • Display facile e intuitivo
  • Programma refresh per eliminare i cattivi odori
  • Livello di rumorosità 64 dB
  • Design pensato per assicurare stabilità e ridurre le vibrazioni
  • Funzione AutoDry che valuta costantemente il livello di umidità e temperatura
  • Sensitive Drying System per ottenere un bucato senza pieghe e morbido
  • Oblò di vetro


#2

AEG T8DBE851

AEG T8DBE851

Prezzo EUR 748,99

  • Asciugatrice a pompa di calore a libera installazione
  • Classe di efficienza energetica A++
  • Capacità di carico 8 kg
  • Sistema AbsoluteCare che asciuga i capi delicatamente
  • Tecnologia sensiDry che consente di asciugare i capi a basse temperature
  • Tecnologia Prosense che attraverso i sensori valuta l’umidità e la temperatura e regola i tempi di asciugatura
  • Sistema di filtraggio ÖKOFLOW
  • Ottimizzazione del flusso dell’aria
  • Oblò reversibile


#3

Candy GVH D1013A2-S

Candy GVH D1013A2-S

Prezzo EUR 599,99

  • Asciugatrice a pompa di calore
  • Capacità di carico 10kg
  • Classe di efficienza energetica A++
  • Oblò trasparente
  • Tanica di raccolta acqua nella porta
  • Timer per partenza ritardata fino a 24h
  • Livello di rumorosità 67 dB
  • Sensore di umidità
  • Piedini regolabili
  • Display LED


#4

Smeg DHT83LIT-1

Smeg DHT83LIT-1

Prezzo EUR 540,70

  • Asciugatrice a pompa di calore
  • Classe di efficienza energetica A+++
  • Capacità di carico 8 kg
  • 16 programmi
  • Display LCD
  • Indicatore per lo svuotamento del cestello dell’acqua di condensa
  • Opzione antipiega in fase di conclusione del ciclo di asciugatura
  • Possibilità di regolazione della temperatura di asciugatura
  • Indicatore di pulizia del filtro
  • Sensore di umidità


#5

Samsung DV80M50101W

Samsung DV80M50101W

Prezzo EUR 535,00

La miglior asciugatrice qualità prezzo
  • Asciugatrice a pompa di calore
  • Classe di efficienza energetica A++
  • Capacità di carico di 8kg
  • Doppio sensore intelligente che monitora costantemente l’umidità e regola i tempi di durata del ciclo
  • Pratico filtro 2in1 che semplifica la pulizia
  • Indicatore del livello del serbatoio dell’acqua di condensa
  • Funzione ciclo rapido per carichi ridotti
  • App disponibili per smartphone per diagnosticare i problemi e fornire utili soluzioni
  • Livello di rumorosità di 65 dB
  • Luce LED interna


#6

Electrolux RDH 3687 GFE

Electrolux RDH 3687 GFE

Prezzo EUR 438,97

  • Asciugatrice a pompa di calore
  • Classe di efficienza A+
  • Capacità di carico 8 kg
  • Tecnologia a condensazione
  • Livello di rumorosità 66 dB
  • Carica frontale
  • Oblò trasparente
  • A libera installazione
  • Tecnologia OptiSense
  • Sistema EcoFlow


#7

Candy CS4 H7A1DE-S

Candy CS4 H7A1DE-S

Prezzo EUR 429,99

  • Asciugatrice a condensazione
  • Capacità di carico 7 kg
  • Classe di efficienza energetica A+
  • Tanica acqua nella porta
  • Partenza ritardata fino a 24h
  • Oblò trasparente
  • 15 programmi
  • A libera installazione
  • Livello di rumorosità 67 dB
  • Piedini regolabili


#8

Candy CS H9A2DE-S

Candy CS H9A2DE-S

Prezzo EUR 393,00

  • Asciugatrice a pompa di calore
  • Classe di efficienza energetica A++
  • Capacità di carico 9 kg
  • Carico frontale
  • A libera installazione
  • Funzione di partenza ritardata fino a 24h
  • Indicatore filtro otturato
  • 15 programmi
  • Oblò trasparente
  • Funzione antipiega


#9

Beko DRX722W

Beko DRX722W

Prezzo --

  • Asciugatrice a pompa di calore
  • Classe di efficienza energetica A++
  • Capacità di carico 7 kg
  • 15 programmi
  • Programma camicie 30min
  • Cestello in acciaio inox AquaWave
  • Serbatoio acqua da 5,4 litri che può essere collegato direttamente allo scarico
  • Filtro Easy Clean
  • Luce interna nel cestello
  • Partenza ritardata fino a 24h


#10

Candy CS C9LF-S

Candy CS C9LF-S

Prezzo EUR 291,46

La miglior asciugatrice economica
  • Asciugatrice a condensazione
  • Classe di efficienza energetica B
  • Capacità di carico 9 kg
  • Partenza ritardata fino a 9h
  • Carica frontale
  • Display per la gestione delle funzioni
  • Livello di rumorosità 69 dB
  • A libera installazione
  • 15 programmi
  • Funzione antipiega



Come scegliere una asciugatrice: tipologie e caratteristiche

Per scegliere l’asciugatrice più adatta alle proprie esigenze è necessario conoscere quali sono le caratteristiche da considerare al momento dell’acquisto.

In particolare gli aspetti da tenere in considerazione per scegliere l’elettrodomestico migliore sono la tecnologia e la capacità di carico. Questi due elementi infatti hanno un impatto fondamentale sulle prestazioni dell’elettrodomestico.

Altri aspetti da tenere presenti sono le funzioni e i programmi di cui è dotata; maggiore è il numero di optional maggiore è la possibilità di adattare l’elettrodomestico alle proprie esigenze.

 

Tecnologia

Esistono diverse tipologie di asciugatrici che si distinguono sulla base della tecnologie di cui sono dotate.

Il funzionamento alla base è sempre lo stesso: l’aria viene prelevata dall’esterno, riscaldata e quindi introdotta all’interno del cestello per asciugare i panni.

A seconda del modello variano consumi e costi e pertanto è molto importante conoscere le differenze tra i vari prodotti:

  • asciugatrice ventilata: l’aria, passando attraverso la resistenza elettrica, viene riscaldata e introdotta all’interno del cestello; la tecnologia di questo modello è estremamente semplice e questo assicura un costo non elevato. Per contro i consumi energetici sono più alti;
  • asciugatrice a pompa di calore: le asciugatrici dotate di questa tecnologia sono decisamente più sofisticate e complesse. Questo corrisponde a modelli sicuramente più costosi, che assicurano però consumi molto ridotti che, nel corso del tempo, ripagheranno l’investimento; queste tipologie asciugano i capi tramite un compressore a gas refrigerante, molto simile a quello dei condizionatori.

Tra le asciugatrici oggi in commercio è possibile scegliere anche un modello non elettrico che si serve di un impianto a gas (metano o GPL) e di un motore della stessa tipologia dei condizionatori.

Questi prodotti assicurano consumi ancora più ridotti rispetto alle asciugatrici a pompa di calore:  l’aria, infatti, non viene riscaldata dall’energia elettrica ma dal metano.

 

Scarico

Un’ulteriore distinzione tra i diversi tipi di asciugatrici è legata alle modalità di scarico ed espulsione dell’acqua prodotta dall’asciugatura dei capi. In particolare si distinguono due modelli:

  • ad espulsione: le asciugatrici ad espulsione scaricano direttamente all’esterno il vapore e, in alcuni casi, possono essere dotate di un sistema di raffreddamento che condensa il vapore poco prima di essere scaricato; questi modelli hanno il vantaggio di essere economici ma necessitano di essere posizionati nei pressi di uno scarico ed è consigliabile collocarle in luoghi che possano essere arieggiati evitando vicinanza di pareti o mobili che potrebbero venire danneggiati dal vapore;
  • a condensazione: questa tipologia di asciugatrice è dotata di un condensatore in grado di trasformare l’umidità in acqua che viene poi convogliata in un apposito contenitore che dovrà essere svuotato dopo ogni ciclo; gli elettrodomestici forniti di questo particolare sistema sono estremamente pratici in quanto non richiedono l’installazione di tubi o la vicinanza di scarichi e sono la scelta ideale per locali chiusi o non particolarmente areati.

 

Capacità di carico

È molto importante tenere in considerazione l’utilizzo che si intende fare dell’asciugatrice per poter valutare al meglio la capacità di carico di questo elettrodomestico.

L’aspetto da cui è necessario partire è senza dubbio il carico massimo della nostra lavatrice: una volta lavati i capi, infatti, si può procedere a inserirli nell’asciugatrice che, se dotata di un carico adeguato, ci consentirà di ridurre lo sforzo, i tempi e i costi energetici di asciugatura.

Un ulteriore fattore da considerare al momento della scelta della migliore asciugatrice è senza dubbio il numero di persone che compongono il nucleo familiare:

  • asciugatrice da 5-6 kg: è il modello ideale per nuclei piccoli costituiti da una o due persone;
  • asciugatrice da 7-8 kg: questo tipo di elettrodomestico è l’ideale per rispondere alle esigenze di un massimo di quattro persone;
  • asciugatrice 9-10 kg: questo modello è particolarmente indicato per nuclei numerosi costituito da cinque o più persone.

 

Efficienza energetica

Direttamente correlato alla capacità di carico dell’asciugatrice è il consumo energetico.

Al momento dell’acquisto è molto importante valutare con attenzione la scheda tecnica dell’elettrodomestico per assicurarsi un prodotto che abbia elevate prestazioni e che non riservi brutte sorprese all’arrivo della bolletta.

Il primo fattore da tenere presente è la classe di efficienza energetica: più alta è la classe, minori saranno i consumi elettrici. È consigliabile pertanto valutare prodotti con classe energetica A++ o A+ per assicurarsi un prodotto che soddisfi le esigenze di standard elevati anche sotto il profilo dei consumi.

La scheda tecnica dell’asciugatrice fornisce inoltre il valore dei consumi medi annui.

Questo dato viene espresso in kWh ed è valutato sulla base di 160 0 200 cicli svolti con il programma cotone con carico pieno; è quindi un valore indicativo ma molto utile per avere un’idea generale di quelli che possono essere i costi dell’elettrodomestico che stiamo per acquistare.

L’etichetta descrittiva fornisce ulteriori dati molto importanti:

  • alimentazione: questo riquadro informa l’utente sul tipo di alimentazione di cui è dotata l’asciugatrice (elettrica o a gas) e se è presente la tecnologia a condensazione (nel caso di un modello a evacuazione non vi sono indicazioni specifiche);
  • durata del ciclo: questo dato tecnico è valutato sulla base di un ciclo di asciugatura del cotone a pieno carico; è quindi un valore standard utile però ad avere una valutazione generale del prodotto;
  • capacità di carico: si è già vista l’importanza di valutare attentamente questo aspetto per assicurarsi un prodotto adatto alle nostre esigenze; normalmente il valore viene valutato sul programma standard dei capi in cotone;
  • rumorosità: un ulteriore dato fornito dalla scheda tecnica dell’asciugatrice è riferito proprio alla quantità di rumore emessa dall’elettrodomestico in funzione; come già per gli altri dati questo valore viene indicato sulla base del programma per i capi in cotone; si tenga presente che generalmente la rumorosità prodotta dalle asciugatrice varia tra 50dB e 70dB.

 

Programmi

I programmi possono essere anche molto differenti a seconda del modello, tuttavia è possibile fare una classifica di quelli più comuni e generalmente presenti in tutte le asciugatrici:

  • cotone: questo è il programma utile ad asciugare i capi in cotone di uso quotidiano;
  • delicato: ideale per asciugare capi che presenta stampe o applicazioni particolari che richiedono temperature non eccessive;
  • lana: programma studiato appositamente per i capi in lana, ideale per evitare brutte sorprese causate da un eventuale infoltimento o restringimento dei capi invernali;
  • jeans: programma pensato specificatamente per tutti i capi in jeans;
  • stiratura: scegliendo questo programma è possibile asciugare minimizzando il più possibile le righe e facilitando così la fase di stiratura;
  • camicie: programma pensato specificatamente per questi capi che necessitano di una temperatura adeguata che non danneggi il tessuto.

Esistono poi programmi più specifici in base al modello (ad esempio il ciclo per piumini e trapunte); si consiglia, anche in questo caso, di valutare un’asciugatrice che sia dotata di programmi simili a quelli della lavatrice che si possiede già. In questo modo sarà più facile gestire il lavaggio e l’asciugatura soprattutto nei casi di tessuti particolari che richiedono un’attenzione speciale.

 

Funzioni

Per rispondere adeguatamente alle diverse esigenze quotidiane è importante guardare alle funzioni base (possono essere diverse, ma queste sono particolarmente importanti) che solitamente non devono mancare:

  • sensore di umidità: i modelli più sofisticati sono dotati di una speciale tecnologia che consente all’asciugatrice di valutare di volta in volta la percentuale di umidità e adattare automaticamente il proprio funzionamento;
  • timer: questa funzione consente di programmare l’accensione e lo spegnimento dell’elettrodomestico in modo tale da programmare il funzionamento nei momenti della giornata migliori per ottimizzare tempi e costi;
  • display e indicatore dell’avanzamento del ciclo: grazie ad un pratico display è infatti possibile non solo selezionare le funzioni di cui si necessita ma anche visualizzare lo stato del ciclo in corso e il tempo rimanente;
  • refresh: questa funzione è molto utile in quanto non ha come obiettivo quello di asciugare i capi ma di eliminare cattivi odori come quello di fumo o frittura; in questo modo si potrà rinfrescare i panni senza essere costretti a lavarli.

 

Pulizia e manutenzione

L’asciugatrice non necessita di una manutenzione particolare ma sono comunque necessarie una serie di attenzioni che assicurino prestazioni elevate costanti e mantengano pulito e sicuro l’elettrodomestico.

Nel caso in cui si intenda acquistare un modello a condensazione è bene ricordare che periodicamente si dovrà svuotare il cestello nel quale viene convogliata l’acqua.

Per quanto riguarda invece i filtri sarà bene provvedere alla pulizia al termine di ogni ciclo; la lanugine e la polvere che viene raccolta in queste aree deve essere rimossa in modo tale da assicurare sempre un risultato ottimo.

 

Come usare l’asciugatrice in modo efficiente

Per rendere ancora più efficiente l’uso dell’asciugatrice è sufficiente adottare una serie di buone abitudini:

  • usare elevati giri di centrifuga quando si lavano i capi: in questo modo si farà in modo di eliminare più acqua possibile;
  • valutare una capacità di carico il più possibile simile a quella della lavatrice o maggiore: acquistare un modello simile a quello della propria lavatrice consente di utilizzare entrambi gli elettrodomestici a carichi il più possibile pieni evitando un dispendio inutile di energia;
  • non disporre l’asciugatrice in aree esterne o in zone eccessivamente fredde: l’asciugatrice funziona incanalando l’aria per trasformarla in calda e teme dunque luoghi con temperature troppo basse;
  • non inserire i vestiti appallottolati o eccessivamente stropicciati: in questo modo ci si assicurerà un asciugatura il più possibile omogenea di tutti i capi.

Ti è stata utile questa selezione? Votala per aiutarci a migliorarla

[Totale voti: 4 Media: 5]


Potrebbero interessarti anche: