Per sfruttare l’acqua del proprio pozzo per irrigare il proprio orto, risolvere problemi di allagamenti o svuotare le piscine, ecco quali sono le migliori pompe sommerse da acquistare e come scegliere il modello giusto per le proprie esigenze.

 

La pompa sommersa è un dispositivo di aspirazione che permette di estrarre l’acqua da un pozzo per poterla riutilizzare per irrigare l’orto o per innaffiare il giardino. Questi dispositivi sono usati principalmente per aspirare l’acqua da bacini situati in profondità, ma hanno cominciato a diffondersi anche per uso domestico, per poter sfruttare al meglio le acque presenti nei pozzi.

Si tratta di un sistema di pompaggio basato sul metodo di raccolta dell’acqua dal funzionamento relativamente semplice e discreto. Il posizionamento all’interno dei pozzi permette di nasconderle alla vista, e l’acqua all’interno del pozzo stesso aiuterà ad attutire il rumore prodotto dalla pompa a immersione.

La pompa sommersa lavorerà automaticamente grazie alla presenza del galleggiante che provvederà a far partire e a fermare il dispositivo a seconda del livello d’acqua presente all’interno della cisterna o del pozzo.

Questo strumento è in grado di trattare sia le acque nere, prelevandole da una raccolta di acque di scarico, da una fossa biologica, da una cisterna oppure da una piscina, sia le acque chiare, utilizzate nei sistemi di irrigazione e nei circuiti idrici domestici.

Tra i vari impieghi per cui si può utilizzare una pompa sommersa c’è infatti anche la possibilità di sfruttarla per espellere l’acqua da una stanza allagata a causa di una tubatura rotta o per svuotare una piscina durante i mesi invernali.

Tra le caratteristiche di cui tener conto per la scelta della miglior pompa sommersa è la collocazione e la la profondità da cui si necessita prelevare l’acqua; le migliori pompe per pozzo possono arrivare fino a 20 metri di profondità, mentre se si vuole utilizzare la pompa per le piscine o le fosse biologiche è sufficiente scegliere un modello da 5 metri.

 

Le migliori pompe sommerse da acquistare

Per facilitarvi la scelta, queste sono le migliori pompe sommerse da acquistare, selezionate in base alla portata, ai materiali e alla tipologia, comprese in una fascia di prezzo tra i 30 e i 250 Euro.


#1

Karcher SP 7 Dirt

Kärcher SP 7 Dirt

Prezzo 124,00 €

La miglior pompa sommersa trasportabile per acque scure
  • Elettropompa sommersa per acque scure
  • Guarnizione in ceramica
  • Con pre-filtro estraibile in acciaio inox
  • Sensore di livello: con galleggiante
  • Massima Profondità Immersione: 7 metri
  • Portata: 15500 l/h
  • Potenza: 500 W
  • Quick connect: per collegare rapidamente i raccordi e il tubo dell’acqua
  • Può drenare acque sporche con particelle fino a 30 mm
  • Dotato di impugnatura pratica per il trasporto

 

La Kärcher SP 7 Dirt è l’elettropompa ideale da utilizzare in caso di allagamento, per svuotare laghetti e pozzi o per svuotare gli scavi delle fondamenta dei palazzi fino a 100 metri cubi. È dotata di un sensore di livello che reagisce al contatto con l’acqua, ed è in grado di drenare acque molto sporche in cui sono presenti particelle fino a 30 mm. Le sue dimensioni ridotte, 29,4 x 22,6 x 37,8 cm, e la pratica maniglia la rendono facile da trasportare.


#2

BuoQua 220V 3HP 4SDM

BuoQua 220V 3HP 4SDM

Prezzo --

La migliore pompa sommersa professionale per acque chiare
  • Pompa sommersa per pozzi profondi in acciaio inox
  • Diametro 4”
  • Flusso massimo: 25 GPM
  • Flusso nominale: 13.2 GPM
  • Lunghezza del cavo di alimentazione: 20 metri
  • Massima Profondità Immersione: 67 metri
  • Altezza di consegna: max. 69 m
  • Profondità dell’acqua consentita: 20 m
  • Non richiede una scatola di controllo esterno
  • Giranti termoplastici pesanti
  • Dotata di ritegno

 

La pompa sommersa BuoQua 220V 3HP 4SDM è realizzata in acciaio inox ed è la pompa per acque chiare con le migliori performance: la presenza di giranti su tre livelli garantisce la possibilità di estrarre l’acqua a grandi profondità, assicurando una profondità massima di immersione di 67 metri. Il flusso massimo è pari a 25 GPM, e la rende lo strumento ideale per l’estrazione delle acque chiare da pozzi e fontane. Presenta un sistema di anti surriscaldamento che protegge termicamente il motore interno.


#3

TROTEC TDP 5500 E

TROTEC TDP 5500 E

Prezzo 179,95 €

  • Pompa sommersa per acque chiare in acciaio inox
  • Ideale per estrarre l’acqua chiara da pozzi, cisterne di acqua piovana e tombini di scolo
  • Potenza: 1100 Watt
  • Può estrarre fino a 6000 litri d’acqua all’ora
  • Motore con interruttore magnetotermico integrato anti surriscaldamento
  • Dotato di 2 anelli di sospensione per calare la pompa nel pozzo utilizzando solo una corda
  • Prevalenza della pompa: fino a 58 metri
  • Lunghezza del cavo: 23 metri
  • Profondità minima di lavoro: 783 mm
  • Protezione: IP68


#4

Einhell GC-DW 900 N

Einhell GC-DW 900 N

Prezzo --

  • Pompa ad immersione per acque chiare
  • Corpo in acciaio inox antiruggine
  • Cuscinetto con guarnizione di tenuta
  • Dotata di robusto raccordo a pressione e ugello in acciaio
  • Con interruttore galleggiante regolabile in altezza
  • Presenta 2 anelli di fissaggio
  • Potenza: 900 W, può pompare fino a 6000 litri di acqua all’ora
  • Lunghezza del cavo: 11 metri
  • Profondità massima: 32 metri
  • Dotato di 3 giranti


#5

Makita PF1110

Makita PF1110

Prezzo 109,90 €

  • Pompa sommersa per acque sporche
  • Ideale per le fosse biologiche
  • Corpo in acciaio inox
  • Impugnatura ergonomica per il trasporto
  • Trattamento delle acque nere con particelle fino a 35 mm
  • Potenza: 1100 Watt
  • Prevalenza della pompa: fino a 10 metri
  • Capacità massima: 250 l/minuti
  • Profondità di immersione: 5 metri


#6

Black Decker BXUP1100XDE

Black+Decker BXUP1100XDE

Prezzo 87,32 €

La miglior pompa sommersa per acque nere qualità prezzo
  • Pompa ad immersione per acque scure
  • Portata max: 16500 l/h
  • Prevalenza massima: 10,5 metri
  • Potenza: 1100 Watt
  • Pressione di lavoro: 1,05 bar
  • Protezione del motore: IP X8
  • Corpo in acciaio inox
  • Con maniglia integrata per il trasporto
  • Temperatura massima dell’acqua: 35°C
  • Profondità immersione massima: 7 metri
  • Livello di acqua residua: 45 mm
  • Lunghezza cavo: 10 metri
  • Trattamento delle acque scure con impurità fino a 35 mm

 

La pompa sommersa Black+Decker BXUP1100XDE può essere utilizzata per pompare acqua sporca contenente impurità fino a 35 mm, ed è l’ideale per svuotare piscine, laghetti e stagni, oltre che per risolvere situazioni di allagamento accidentale di cantine, garage e seminterrati. Il corpo della pompa è in acciaio inox resistente alla corrosione, e il motore da 1100 W è in grado di pompare fino a 16500 litri di acqua all’ora. Presenta un interruttore a galleggiante integrato che permette l’accensione e lo spegnimento automatico della pompa.


#7

Einhell GC-DP 1020 N

Einhell GC-DP 1020 N

Prezzo --

  • Pompa per acque scure ideale per il drenaggio dell’acqua da stagni, piscine, cantieri e cantine allagate
  • Potenza: 1000 W
  • Portata massima: 18000 l/h
  • Prevalenza: max. 9 metri
  • Lunghezza del cavo: 10 metri
  • Trattamento delle acque scure con impurità fino a 20 mm di diametro
  • Dotata di interruttore galleggiante regolabile in altezza
  • Guarnizione di ottima qualità
  • Dotata di connettore universale con angolo di 90°
  • Impugnatura per il trasporto


#8

Einhell GH-SP 2768

Einhell GH-SP 2768

Prezzo --

  • Pompa ad immersione per acque chiare
  • Prevalenza massima: 5,5 metri
  • Potenza: 270 Watt
  • Portata max: 6800 l/h
  • Lunghezza del cavo: 10 metri
  • Trattamento delle acque scure con impurità fino a 5 mm di diametro
  • Con attacco universale a 90°
  • Motore protetto da guarnizione di alta qualità
  • Con supporto avvolgicavo integrato
  • Impugnatura per il trasporto
  • Interruttore galleggiante regolabile in altezza
  • Temperatura massima dell’acqua: 35°C


#9

TACKLIFE Pompa Sommersa 400W

TACKLIFE Pompa Sommersa 400W

Prezzo --

La miglior pompa sommersa economica
  • Pompa sommersa per l’uso in giardino
  • Struttura rinforzata in materiale termoplastico a doppia guarnizione
  • Giranti a 8 pale
  • Potenza operativa stabile: 400 Watt
  • Portata massima: 10000 l/h
  • Con protezione da sovraccarico e funzione di spegnimento automatico in caso di surriscaldamento
  • Dotato di interruttore a galleggiante regolabile
  • Maniglia ergonomica per il trasporto
  • Temperatura massima dell’acqua: 35°C
  • Lunghezza del cavo: 5 metri
  • Dotato di attacco universale con raccordo a 90°

 

La pompa sommersa TACKLIFE 400W è lo strumento ideale per la gestione del sistema di irrigazione del giardino, con la sua portata massima da 10000 l/h e la prevalenza massima di 5 metri. È in grado di trattare le acque con impurità fino a 25 mm di diametro, ed è dotata di un attacco universale con raccordo a 90° che segue gli standard europei e permette di collegarla facilmente a tutti i tubi dell’acqua da 25 mm e 32 mm. Il girante presenta 8 pale in grado di produrre una potenza sufficiente a spostare facilmente l’acqua, e la protezione da sovraccarico garantisce lo spegnimento automatico della pompa in caso di surriscaldamento del motore.


#10

Guede GS 4002 P

Guede GS 4002 P

Prezzo 47,36 €

  • Pompa sommersa per acque sporche
  • Potenza del motore: 400 W
  • Protezione: IP X8
  • Profondità massima di immersione: 4 metri
  • Altezza di trasporto: max. 5 metri
  • Portata max: 7500 l/h
  • Utilizzabile con glicole
  • Trattamento delle acque scure con impurità fino a 35 mm di diametro
  • Temperatura massima dell’acqua: 35°C

Come scegliere una pompa sommersa

Per scegliere la pompa sommersa ideale per le proprie esigenze, bisogna tenere conto del tipo di acqua che si necessita prelevare, dell’ambiente dove andrà inserita, della portata di acqua, dei materiali che la compongono, della presenza o meno del galleggiante, della potenza e della prevalenza della pompa sommersa stessa.

La scelta della pompa dovrebbe basarsi principalmente sul rapporto funzionamento-durata nel tempo, ed è per questo motivo che è necessario concentrarsi particolarmente sulle caratteristiche tecniche e strutturali di ogni modello prima di fare la propria scelta.

 

Tipologia

A seconda della collocazione della pompa e della tipologia di acque da trattare, si possono distinguere due diverse categorie: pompa per acque nere e pompa per acque chiare.

 

Pompe sommerse per acque nere

La miglior pompa sommersa per acque nere deve possedere dei giranti in grado di triturare eventuali detriti fangosi e corpi solidi presenti in queste acque sporche.

La dimensione di questi dispositivi è quindi maggiore rispetto alle pompe sommerse per acque chiare, perché i giranti devono avere un diametro adeguato per sbriciolare i corpi solidi ed evitare così di intasare il dispositivo.

Le pompe sommerse per acque nere sono utilizzate in pozzetti di raccolta delle acque di scarico, nelle fosse biologiche, nelle cisterne o nelle piscine. Appartengono a questa categoria anche i dispositivi usati per il drenaggio degli stagni o di locali soggetti ad allagamento, ad esempio scantinati e seminterrati.

I modelli più diffusi sul mercato hanno una potenza compresa tra i 250 e i 750 Watt, e hanno una prevalenza fino a 5 metri.

 

Pompe sommerse per acque chiare

Le pompe sommerse per acque chiare sono utilizzate nei sistemi di irrigazione e nei circuiti idrici domestici serviti da una falda acquifera sottostante, tramite un pozzo artesiano o da un serbatoio di acqua potabile.

Se si ha intenzione di installare la pompa all’interno di un pozzo artesiano, bisogna tener conto del diametro del pozzo stesso. La miglior pompa sommersa per acque chiare da collocare all’interno di questa tipologia di pozzi deve avere un diametro ridotto e può arrivare fino a 90 metri di potenza di sollevamento dell’acqua.

I modelli più economici solitamente sono destinati agli acquari e ad altre decorazioni ornamentali come le fontane da giardino, ed hanno una prevalenza minore rispetto ai modelli da installare nei pozzi artesiani.

 

Portata

Una delle caratteristiche di cui tener conto è la portata della pompa sommersa, ovvero la quantità di acqua che il dispositivo può spostare in una certa unità di tempo.

Questo valore varia a seconda dell’utilizzo che si vuole fare dell’acqua, ad esempio se si intende utilizzare quest’acqua per irrigare il proprio orto sarà sufficiente una pompa di portata media, mentre se si deve alimentare la piscina del proprio giardino sarà necessario sceglierne una con una portata superiore.

Per chi non è esperto, è consigliato consultare un tecnico che possa valutare questo parametro, così da poter essere sicuri di scegliere la miglior pompa sommersa per le proprie esigenze.

 

Prevalenza

Il valore della prevalenza indica la profondità raggiunta dalla pompa e l’altezza alla quale la pompa riesce a spingere l’acqua estratta. Si consiglia di scegliere questo valore in base all’inclinazione del dislivello tra un piano e l’altro del fondale del pozzo o della fossa biologica.

Per l’estrazione di acque chiare dai pozzi, è necessario scegliere una pompa sommersa ad alta prevalenza che sia in grado di arrivare almeno fino a 20 metri di profondità.

Per le fosse biologiche o per le piscine, può essere sufficiente puntare su una pompa sommersa da 5 metri.

 

Potenza

Il valore della potenza della pompa è strettamente collegato alla sua prevalenza. Le pompe sono alimentate da un motore elettrico che viene azionato dal galleggiante; l’energia elettrica si trasforma così in energia cinetica per permettere ai giranti di far pressione all’acqua e di farla così confluire verso l’alto.

I migliori modelli di pompe sommerse hanno una potenza compresa tra i 750 e i 1100 Watt, che garantisce l’estrazione dell’acqua ad una certa velocità, rimuovendo le particelle di sporco in modo ottimale.

 

Sistema anti surriscaldamento

Nonostante la pompa sia da installare in acqua, la quale contribuirà a raffreddare il motore durante l’utilizzo, è bene verificare la presenza di un sistema antisurriscaldamento, soprattutto se la pompa dovrà lavorare con una certa frequenza.

 

Galleggiante

La maggior parte delle pompe sommerse presentano un galleggiante per segnalare al dispositivo quando deve attivarsi e quando deve fermarsi.

Alcuni modelli professionali presentano una funzione che consente di regolare lo strumento per permettere di aspirare raso terra, ideale per chi deve svuotare un ambiente allagato, poiché grazie a questa funziona la pompa aspirerà la maggior parte dell’acqua lasciando solo qualche millimetro sul pavimento.

Ma ci si può trovare nella situazione di voler optare per una pompa sommersa senza galleggiante, ad esempio per i pozzi molto stretti, per i quali esistono delle pompe professionali dotate di sonde elettriche.

 

Materiali

Le pompe sommerse sono installate in modo fisso all’interno di pozzi, vasche o cisterne, per cui è fondamentale che siano realizzate in materiali resistenti all’acqua e che non siano a rischio corrosione.

Le migliori pompe sommerse sono in acciaio inox, che garantisce una buona durata nel tempo della pompa e la protegge dagli urti.

Sebbene il prezzo di queste pompe sia molto alto, si consiglia di valutare questa spesa come un investimento che verrà ammortizzato dalla durata nel tempo e dalle spese minori dei costi di manutenzione e riparazione rispetto a modelli di pompe realizzati in materiali più economici e meno resistenti.

 

Rumorosità

Sebbene l’acqua attenui una buona dose di rumori prodotti dalla pompa, è bene verificare anche questa caratteristica durante l’acquisto, cercando di orientarsi verso i modelli che producono il minor numero di decibel possibile.

La distanza dal pozzo rispetto all’abitazione può influire sull’importanza di questo valore, ma è bene tenerne conto per evitare di trovarsi con una pompa particolarmente rumorosa posta a pochi metri dalla propria camera da letto.

 

Grandezza dei detriti

Nel caso delle pompe sommerse per acque nere, è bene valutare anche le dimensioni dei corpuscoli presenti in sospensione nell’acqua, in modo da scegliere il modello con i giranti delle dimensioni adeguate per frantumare correttamente i rifiuti solidi ed evitare così che vadano ad intasare la pompa.

 

Prezzo

Le pompe sommerse hanno un prezzo variabile a seconda delle caratteristiche tecniche e della marca. Per scegliere il miglior prodotto per le proprie esigenze, bisogna valutare innanzitutto come si intende utilizzare la pompa.

La fascia economica presenta pompe sommerse con prezzi a partire dai 30 fino ai 120 Euro, mentre le pompe sommerse professionali possono arrivare a costare tra i 300 e i 400 Euro.

I modelli di queste due categorie presentano vistose differenze nelle prestazioni e nella potenza, ed è bene tener presente che non sempre la pompa più costosa è la migliore per le vostre esigenze, così come è possibile trovare prodotti validi tra le pompe sommerse economiche.

 

Funzionamento

Il funzionamento di una pompa sommersa è molto semplice: la pompa lavora in immersione, ed è azionata da un motore che è collegato ad un galleggiante.

La presenza dell’acqua fa sollevare il galleggiante che va ad azionare il motore, e la pompa comincia ad espellere ininterrottamente l’acqua che si è accumulata finché il livello dell’acqua non si abbassa, facendo così abbassare il galleggiante di conseguenza.

All’interno del galleggiante è presente una sfera metallica libera di scorrere, e ad una delle estremità sono presenti i contatti elettrici che sono collegati al motore. Se il galleggiante è rivolto verso il basso, la sfera rimane lontana dai contatti, ma nel momento in cui l’acqua fa sollevare il galleggiante, la sfera si sposterà verso di essi, chiudendo così il circuito e azionando il motore della pompa.

Con l’abbassamento del livello dell’acqua, la sfera all’interno del galleggiante si allontanerà nuovamente dai contatti facendo spegnere il motore.

 

Installazione

Il montaggio e l’installazione di una pompa sommersa varia a seconda della tipologia e dell’ambiente in cui la si deve collocare.

Le pompe per pozzi artesiani devono essere semplicemente calate fino alla profondità richiesta, per poi procedere con il collegamento dei tubi al sistema idrico. Per le pompe da inserire nei pozzetti di scarico delle acque piovane invece è necessario preparare anticipatamente i raccordi di collegamento.

In ogni caso è consigliato far montare la pompa ad un tecnico specializzato, per assicurarsi della corretta installazione ed evitare di invalidare la garanzia del prodotto.

Oltre al raccordo angolato principale da montare sulla mandata della pompa, è necessario infatti inserire anche una valvola di non ritorno per impedire il reflusso delle acque quando la pompa è spenta.

Tutti i raccordi, compresi quelli della valvola, dovranno essere ricoperti di teflon per assicurare una tenuta perfetta.

 

Controllo e pulizia

Nel caso in cui la pompa smetta di lavorare improvvisamente o si verifichino dei malfunzionamenti, è necessario effettuare un controllo approfondito della pompa. Per farlo, è necessario spegnerla, rimuoverla dalla sua collocazione e staccarla da cavi e tubi, per poter procedere in sicurezza.

Per rimuovere i depositi di sporco, è bene pulirla con un getto d’acqua, soprattutto se è stata immersa nei liquami. Il primo controllo deve essere esterno, e sarà sufficiente verificare la presenza o meno di tracce di corrosione sulle parti metalliche o sulle saldature, oppure crepe nelle parti in plastica.

Nel caso in cui non si veda nulla di sospetto, sarà necessario controllare l’isolamento dei cavi elettrici e la loro integrità. Anche in questo caso è consigliato rivolgersi ad un esperto che possa eventualmente smontare la pompa per verificare lo stato del motore e delle altre componenti meccaniche.


Ti è stata utile questa selezione? Votala per aiutarci a migliorarla

[Totale voti: 4 Media: 5]

Potrebbero interessarti anche: