Per gustare il sapore autentico e genuino dello yogurt fatto in casa senza conservanti, ecco quali sono le migliori yogurtiere sul mercato e quali caratteristiche valutare per scegliere la più adatta alle proprie esigenze.

 

Lo yogurt fatto in casa è realmente fresco, contiene fermenti lattici vivi e attivi al 100% ed è privo di coloranti e conservanti nocivi per la salute.

La yogurtiera permette infatti di gustare in qualsiasi momento un alimento goloso e genuino parte integrante della dieta quotidiana di molti di noi. Ne deriva quindi un importante risparmio di denaro e di plastica, unendo quindi, l’attenzione per l’ambiente a quella per la nostra salute.

Inoltre, produrre lo yogurt in casa significa avere il pieno controllo della lavorazione, con la possibilità di scegliere gli ingredienti più salutari e personalizzare il gusto a proprio piacimento, senza sottostare alla monotonia dei prodotti confezionati.

La yogurtiera funziona come un’incubatrice, tiene i batteri dello yogurt al caldo e li aiuta a proliferare: il processo richiede solo qualche ora di lavoro. In questo tempo la yogurtiera mantiene una temperatura costante intorno ai 40 gradi, ovvero la temperatura ideale affinché si sviluppino i batteri che trasformano il latte in yogurt.

Le componenti essenziali di una yogurtiera sono quindi l’incubatore, la resistenza che permette di riscaldare i batteri e i contenitori con il latte, e  il dispositivo di controllo, che mantiene la temperatura costante.

Acquistare una yogurtiera significa quindi avere sempre a disposizione, con pochi e semplici passaggi, yogurt cremoso e sano, fatto secondo i propri gusti per una colazione o uno spuntino naturali.

 

Le migliori yogurtiere da acquistare

Queste sono le migliori yogurtiere selezionate rapporto qualità prezzo e per coprire le diverse esigenze di utilizzo, con le principali caratteristiche tecniche e prezzi.


#1

CuisinArt YM400E

CuisinArt YM400E Yogurtiera

Prezzo EUR 99,00

La migliore yogurtiera elettrica
  • Yogurtiera con vasetti
  • Funzionalità 2 in 1: yogurtiera e formaggiera
  • Materiale: acciaio inossidabile spazzolato
  • 6 vasetti in vetro da 125 ml
  • 2 vasetti da 250 ml in policarbonato
  • Due livelli di temperatura per le diverse preparazioni
  • Sonda elettronica per il controllo della temperatura
  • Schermo LCD retroilluminato
  • Timer e autospegnimento
  • Ricettario incluso
  • Potenza 40 watt

 

La CuisinArt YM400E è a nostro avviso la migliore yogurtiera, una yogurtiera formaggiera 2-in-1, che permette di preparare sia yogurt che formaggio cremoso o crema di formaggio. La presenza della doppia temperatura regolabile consente di ottenere diverse preparazioni ed è la prima scelta consigliata per chi cerca un prodotto di alta qualità.


#2

Moulinex YG231E Yogurteo

Moulinex YG231E Yogurteo

Prezzo EUR 59,99

  • Yogurtiera elettrica con vasetti
  • Display elettronico
  • Coperchi intelligenti per mostrare la data
  • 7 vasetti in vetro da 160 ml
  • Componenti lavabili in lavastoviglie
  • Dimensioni compatte
  • Timer regolabile fino a 15 ore
  • Spegnimento automatico con segnale acustico
  • Ricettario incluso
  • Potenza 13 watt
  • Leggera e semplice da utilizzare


#3

Lagrange Yogurtiera 439101

Lagrange Yogurtiera 439101

Prezzo EUR 52,63

  • Yogurtiera con vasetti
  • Display elettronico retroilluminato
  • Tappi con zona scrivibile
  • 7 vasetti di vetro
  • Timer fino a 15 ore
  • Funzione autospegnimento integrata
  • Materiale: plastica resistente
  • Potenza 13 watt
  • Leggera e facile da usare
  • Dimensioni compatte


#4

Duronic YM2

Duronic YM2

Prezzo EUR 39,99

Il migliore modello di fascia media
  • Yogurtiera elettronica automatica con vasetti
  • 8 vasetti in ceramica da 125 ml
  • Display digitale
  • Timer impostabile (da 1 a 24 ore)
  • Spegnimento automatico
  • Capacità totale 1 litro
  • Materiale: plastica leggera e solida
  • Potenza 20 watt
  • Cavo di alimentazione rimovibile
  • Vasetti lavabili in lavastoviglie
  • Dimensioni compatte e utilizzo intuitivo

 

La migliore yogurtiera nella fascia di prezzo media è la Duronic YM2, una yogurtiera elettrica automatica, dotata di un pratico display digitale, timer impostabile e 8 vasetti in ceramica forniti in dotazione.


#5

Suntec YOG-8588

Suntec YOG-8588

Prezzo --

La migliore yogurtiera qualità prezzo
  • Yogurtiera con vasetti
  • Fermentazione delicata a 25-45°C
  • 6 recipienti in vetro da 170 ml
  • Capacità totale: 1.020 ml
  • Facile pulizia
  • Timer regolabile
  • Display digitale
  • Facile preparazione di yogurt/vino/kimchi/natto/cetriolini sani
  • Recipienti in vetro e coperchi lavabili in lavastoviglie
  • Leggera e facile da usare
  • Solida e robusta
  • Potenza 20 watt

 

La migliore yogurtiera per rapporto qualità prezzo è la Suntec YOG-8588, che permette di ottenere yogurt, vino, kimchi e natto, conservando le vitamine e le sostanze nutritive. Ha un timer regolabile in base al prodotto da preparare.


#6

Girmi YG02 Yogurtiera

Girmi YG02 Yogurtiera

Prezzo EUR 19,39

  • Yogurtiera elettrica a caraffa
  • Accessori per preparazione dello yogurt greco inclusi
  • Capacità contenitore 1,5 litri
  • Spia luminoso durante il funzionamento
  • Coperchio trasparente dotato di pratica maniglia
  • Temperatura di lavorazione costante: 42°
  • Materiale: plastica
  • Potenza 20 watt
  • Leggera e compatta
  • Peso 0.72 kg
  • Occupa poco spazio


#7

Severin JG 3519 Yogurtiera

Severin JG 3519 Yogurtiera

Prezzo EUR 30,05 - EUR 63,07

  • Yogurtiera con vasetti
  • 14 vasetti da 150 ml in dotazione
  • Vasetti in vetro con tappo in plastica
  • Coperchio trasparente con indicatore orario (da 1 a 12)
  • Capacità di lavorazione: fino a 7 vasetti per ciclo
  • Capacità totale: 1 litro di yogurt
  • Temperatura di lavorazione massima: 135°
  • Tasto on-off con spia luminosa
  • Vasetti lavabili in lavastoviglie
  • Potenza 13 watt
  • Peso: 2 kg


#8

Ariete 85 Yogurella

Ariete Yogurella 85

Prezzo --

  • Yogurtiera elettrica con vasetti
  • 6 vasetti in vetro in dotazione
  • Tappo dei vasetti a vite (per un facile trasporto)
  • Capacità totale: fino a 1 kg di yogurt
  • Parti rimovibili per una pulizia ottimale
  • Indicatore orario manuale
  • Materiale: plastica
  • Compatta e poco ingombrante
  • Peso: 1,8 kg
  • Ricettario incluso


#9

Termozeta Easy Yogurt

Termozeta Easy Yogurt

Prezzo EUR 24,90

  • Yogurtiera automatica con vasetti
  • 7 vasetti in vetro da 150 ml in dotazione
  • Tappo in plastica colorata per differenziare i gusti
  • Tappo a vita per facilitare il trasporto
  • Tasto on/off con spia luminosa
  • Coperchio trasparente
  • Peso: 1,5 kg
  • Potenza: 15 W
  • Custodia per il cavo
  • Facile pulizia


#10

Ariete 621/1 Yogurella

Ariete Yogurella 621/1

Prezzo EUR 18,99

La migliore yougurtiera economica
  • Yogurtiera a caraffa
  • Accessori per yogurt greco
  • Capacità di preparazione: fino a 1 kg di yogurt
  • Capacità cestello: 1 litro
  • Spia luminosa di accensione
  • Doppio coperchio
  • Cestello lavabile in lavastoviglie o a mano
  • Design compatto
  • Ricettario incluso
  • Dimensioni compatte



Come scegliere una yogurtiera: tipologie e caratteristiche

Per scegliere il giusto prodotto, è importante conoscere quali sono le caratteristiche da valutare per individuare la migliore yogurtiera da comprare per soddisfare le esigenze personali.

 

Tipologie

Sul mercato esistono due principali tipi di yogurtiera: quella a caraffa e quella  vasetti.

 

Yougurtiera a caraffa

Le yogurtiere a caraffa, di norma piuttosto alte e strette, sono costituite da due cestelli: uno più piccolo dove versare gli ingredienti e uno più grande che crea una camera di aria calda per la fermentazione.

Occupano poco spazio ma non consentono di realizzare diverse porzioni o preparare più gusti alla volta.

Lo yogurt necessita di più tempo per raffreddarsi rispetto a quello nei vasetti.

Sono però ideali per chi intende produrre grandi quantità di yogurt e per le famiglie numerose.

 

Yougurtiera a vasetti

Le yogurtiere a vasetti sono più grandi e composte da un vassoio, richiuso da un coperchio, abbastanza largo e non troppo alto che accoglie un numero variabile di vasetti da 4 a 8 con tappo avvitabile in plastica.

Questa tipologia permette di variare i gusti e scegliere quante dosi preparare ogni volta.

In più, un altro vantaggio è quello di non dover aprire e chiudere ogni volta un solo cestello ma di avere diversi contenitori monodose che aiutano a mantenere lo yogurt fresco e sano.

 

Stabilità

La stabilità della yogurtiera è fondamentale per una buona fermentazione dei batteri dello yogurt.

Sia le yogurtiere a base rotonda che quelle a base rettangolare devono quindi avere un’ottima stabilità con piedini in gomma antiscivolo, in grado di aderire alla perfezione alla superficie su cui poggiano.

È necessario prestare attenzione a dove viene sistemato l’elettrodomestico: è preferibile prediligere superfici lisce e, appunto, stabili; il macchinario non deve essere sottoposto a oscillazioni o vibrazioni, con il rischio di scivolamento e riversamento del contenuto.

 

Rivestimento

Le yogurtiere sono elettrodomestici molto sensibili e basta un leggero movimento o vibrazione per alterare la fermentazione, danneggiando così il prodotto finale.

Un valido rivestimento aiuta quindi ad ottenere un alimento di qualità superiore oltre a prevenire urti accidentali.

I rivestimenti ideali sono il metallo o la plastica spessa e maggiormente resistente.

La plastica, inoltre, è un buon isolante che evita la dispersione del calore ed è in grado di assorbire le vibrazioni; questo materiale, inoltre, risulta particolarmente leggero, il che rende queste tipologie di yogurtiere maneggevoli e facili da spostare.

 

Coperchio

Un altro aspetto da tenere in considerazione nella scelta della yogurtiera da acquistare è il tipo di coperchio.

Si consiglia di optare per un modello con coperchio trasparente, in modo da poter osservare quanto avviene all’interno della yogurtiera. In questo modo sarà possibile verificare che il processo di fermentazione proceda correttamente.

Se, invece, il coperchio non è trasparente si potrà vedere il risultato soltanto a processo ultimato, poiché è meglio non aprire la yogurtiera durante l’incubazione.

Inoltre il coperchio ottimale dovrebbe avere le maniglie in modo da poterlo sollevare con facilità.

Nel caso di yogurtiere a vasetti, una pratica funzione del coperchio può essere quella del vano per i tappi. Infatti, durante la fermentazione, i vasetti vanno lasciati aperti e i tappi riposti da parte.

Il vano per i tappi della yogurtiera permette di ritirarli comodamente evitando che vadano persi, cadano o vengano utilizzati per errore con altri contenitori.

 

Funzioni

I migliori modelli sono dotati di un display digitale a tasti retroilluminati che permette di programmare la durata e verificare le funzioni attive per avere tutto sotto controllo.

I modelli più basici, invece, non hanno programmazione e sono davvero semplici da utilizzare.

L’unica pecca dei modelli base è che non hanno la funzione autospegnimento.

Questo optional può rivelarsi molto utile in quanto il lavoro della yogurtiera richiede molte ore e, senza la funzione di autospegnimento, si è costretti a controllare regolarmente il processo di fermentazione e spegnere il macchinario nel momento esatto in cui finisce, per non sprecare inutilmente corrente.

Un’altra funzione utile è il timer, che offre il vantaggio di poter controllare quanto tempo manca alla fine ed evitare così che lo yogurt rimanga troppe ore fuori dal frigo.

Alcuni timer permettono inoltre di prolungare la durata della preparazione dello yogurt di diverse ore. In alcuni modelli è presente un segnale acustico che avverte quando il lavoro è giunto al termine.

Un’altra funzione importante, sostitutiva del timer, è il promemoria. Sul coperchio sono indicate le ore della giornata, mentre alla base è presente un puntatore: ruotando il coperchio, è possibile impostare l’orario in cui la preparazione finirà per non dimenticarlo e spegnere la yogurtiera in tempo.

 

Potenza e consumi

La yogurtiera deve mantenere per molte ore una temperatura di 40 gradi per permettere la fermentazione dei batteri.

Per questo motivo, il wattaggio è solitamente basso, intorno ai 15 W, per contenere costi e consumi.

I modelli che consentono di preparare anche formaggi cremosi e dessert, invece, possono arrivare a 50 W, ma raramente li superano.

Le yogurtiere sono quindi elettrodomestici con consumi molto bassi.

 

Capacità

Lo yogurt fatto in casa resiste, in media, in frigo per circa una settimana, dieci giorni al massimo.

Per evitare inutili sprechi, è bene calcolare in anticipo in quanto tempo verrà consumato, in modo da produrre la giusta quantità senza eccedenze.

A questo proposito, è utile considerare la capacità della yogurtiera ovvero la quantità di yogurt che può produrre per ciclo di lavorazione. Nel caso in cui si scelta una yogurtiera a vasetti si deve valutare anche la capacità dei contenitori.

In media, tutte le yogurtiere hanno la capacità di un litro di yogurt, che corrisponde a circa 8 porzioni da supermercato.

I vasetti, invece, hanno di solito una capacità di circa 150 grammi; alcune yogurtiere dispongono di un set di vasetti di diverse capacità così da poter variare le dosi.

I vasetti in dotazione sono di norma 7 o più e sono in vetro con tappo in plastica.

 

Tempi di preparazione

In media i tempi di preparazione sono uguali per tutti i modelli di yogurtiere e vanno dalle 8 alle 12 ore. Questo è il lasso di tempo in cui in cui lo yogurt raggiunge la giusta consistenza.

 

Manutenzione

Essendo un elettrodomestico che entra in contatto con gli alimenti, la yogurtiera va lavata con cura dopo ogni utilizzo.

La maggior parte delle yogurtiere in commercio sono composte da elementi lavabili anche in lavastoviglie, un aspetto che agevola sicuramente le operazioni di pulizia.

Inoltre, per evitare la formazione di muffe è fondamentale preparare e conservare lo yogurt con la massima igiene.

 

Accessori

I modelli più avanzati, in particolare tra le yogurtiere a vasetti, possono disporre di ulteriori accessori in grado di agevolare il lavoro.

Alcune forniscono un solo set di vasetti per ogni ciclo di lavorazione, mentre altre offrono anche un secondo set. In questo modo è possibile preparare in anticipo altre dosi di yogurt mentre il primo processo di lavorazione è in corso.

I vasetti in dotazione possono essere delle stesse dimensioni oppure più o meno grandi, per poter variare le dosi.

Nelle migliori yogurtiere, i tappi dei vasetti presentano un datario per scrivere la data di scadenza o una superficie per segnare e cancellare gusti e scadenze.

 

Altri alimenti preparabili

Le migliori yogurtiere, quelle più avanzate, permettono, oltre al classico yogurt, di produrre anche formaggi cremosi e dessert a base di latte. In questo modo è possibile ampliare la gamma di cibi genuini fatti in casa, un aspetto fondamentale per chi decide di consumare sempre meno i prodotti industriali.


Ti è stata utile questa selezione? Votala per aiutarci a migliorarla

[Totale voti: 1 Media: 5]


Potrebbero interessarti anche: